Crostini, zucca e fantasia. L’ispirazione Ascolese

Tris apericena biscottati, scopri la nuova croccante promozione Ascolese
10 Febbraio 2017
lavorazione colomba
Colomba artigianale a lievito madre, le ricette Ascolese 2017
3 Marzo 2017
Vedi tutto

Crostini, zucca e fantasia. L’ispirazione Ascolese

 

L’inverno è la stagione che chiama all’appello zuppe e piatti cremosi che scaldano la tavola e l’atmosfera. E tra i comfort food più gustosi del periodo ci sono le vellutate di verdure o ortaggi con crostini artigianali saporiti.

Avete già in dispensa i friabili e croccanti crostini artigianali Ascolese? E in frigo avete anche un bel pezzo di zucca? Ottimo. Oggi vi suggeriamo come preparare una vellutata di zucca per nulla banale. Una ricetta buona, calda e sana!

crostini bianchi

In una serata fredda una bella vellutata di verdura ci sta sempre benissimo. La vellutata di zucca, è non solo facile e veloce da preparare, anche gustosa e genuina grazie alla qualità artigianale dei crostini Ascolese e le proprietà benefiche della zucca: antiossidante, ricca di vitamine e beta-carotene solo per ricordarne qualcuna.

Ci lasciamo ispirare sempre da quello che la natura ci regala, dai suoi sapori genuini e semplici. Un sapore delicato per questa combinazione raffinata in cui la zucca avvolge il carattere deciso del crostino. L’armonia di croccantezza tra crostino e crema di zucca è una gioia per il palato e per la propria energia.

crostini

Ingredienti

  • 800 g di zucca pulita e mondata
  • 1 patata
  • una cipolla media
  • 30 g di farina
  • 50 g di burro
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • 800 ml di brodo vegetale (o della semplice acqua)
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 bicchiere di latte
  • sale q.b.
  • crostini artigianali Ascolese

Preparazione

Tritare la cipolla finemente e farla soffriggere con l’olio. Unire la zucca tagliata a cubetti e così anche per la patata. Lasciare insaporire per qualche minuto rimescolando con un cucchiaio di legno.

In una ciotolina mettere la farina e stemperarvi il latte, facendolo sciogliere bene. Unire il tutto alla zucca insieme al brodo (o acqua). Lasciar cuocere per circa 25 minuti. Poi una volta fatto intiepidire, frullare bene il tutto.

Dunque rimettere sul fuoco e condire con il burro e aggiustare di sale.

Servire calda con una abbondante spolverata di formaggio grana e accompagnata dai crostini artigianali Ascolese.

Se ti abbiamo stuzzicato l’appetito acquista i tuoi crostini artigianali preferiti e condividi la tua creatività con noi! Dorati, integrali, mediterraneo, al pomodoro o al finocchietto, se devi preparare un aperitivo o una cena dell’’ultimo minuto, i crostini artigianali Ascolese sono metà della tua soluzione. Per averli nella tua dispensa senza fare file e senza stress acquistale in un solo click !

O ancora approfitta dell’ultima croccante promozione Ascolese, il Tris apericena biscottati, una selezione di biscottati per le tue “voglie da forno” a soli € 19,90 (spedizione inclusa). Acquista qui

Il kit contiene:
Crostini bianchi, n.1 conf. 200 g
Crostini integrali, n.1 conf. 200 g
Bruschette bianche, n.1 conf. 400 g
Bruschette integrali, n.1 conf. 400 g
Caponate bianche, n.1 conf. 400 g
Caponate integrali, n.1 conf. 400 g

Qualche curiosità sui crostini

Nel Rinascimento i crostini occupavano un posto importante nell’alimentazione. Nella bella Toscana, ad esempio, l’abitudine del “crostino” diventò un altro modo per poter consumare fino all’ultima briciola il pane, che anche avanzato veniva abbrustolito, bagnato nel brodo o nel vino e ricoperto con un trito delle parti più povere degli animali. Invece, per i banchetti dei ricchi signori si era soliti servirli guarniti con il tartufo.
da lì l’uso dei crostini e il loro progressivo e diffuso consumo diede vita alla tradizione culinaria dell’antipasto, che ben presto trovò spazio nelle altre corti europee.

Condividi sui social: